Disturbi ginecologici

Il riequilibrio del bioritmo mestruale

Una semplice difficoltà di movimento della schiena (rachide lombare), che coinvolge il tratto toraco-lombo-pelvico, il muscolo diaframma toracico e gli organi sottodiaframmatici, può provocare vari problemi: dolore periodico alla schiena (lombalgia catameniale), sindrome premestruale esacerbata, dismenorrea ed ovulazione di cattiva qualità: l'ipofertilità funzionale femminile (difficoltà a rimanere incinta senza cause mediche) così come i disturbi funzionali gastro intestinali (stitichezza, colon irritabile, mal di stomaco, gonfiore addominale) possono essere dovuti ad inefficienza dinamica dei muscoli.

Si tratta di una alterazione funzionale evidenziabile con tests appositi, che si riflette dal sistema articolare lombare al sistema viscerale (o viceversa) ed influenza negativamente i muscoli involontari dell'addome: è una disfunzione circolatoria meccanica che frequentemente si installa in età puberale ma è da ricercare anche in caso di sindrome menopausale.

Questa terapia risulta quindi utile a ritrovare il benessere in caso di disturbi o dolori parafisiologici non patologici, spesso definiti psicosomatici o ipocondriaci nella scorretta accezione del termine.

Manipolazioni viscerali addominali

Si tratta di una breve sequenza di precise manovre manipolative rivolte all'addome, che si svolge in pochi minuti.

La programmazione della cura prevede tre sedute nell'arco di un mese e mezzo, durante il quale verrà indicato lo svolgimento di uno specifico esercizio. La medesima procedura risulta benefica verso numerosi disturbi addominali e pelvici.

Continua