Fibromialgia

Il riequilibrio muscolo-scheletrico

Attraverso una approfondita analisi del disturbo muscolo-scheletrico è possibile individuare limitazioni di movimento silenti (non dolorose) che potrebbero indurre sovraccarico biodinamico o posturale su altri distretti. La spiegazione di alcuni dolori ed usure precoci della cartilagine articolare viene ricercata attraverso un bilancio della diagnostica medica, della sintomatologia soggettiva ed un'analisi dinamica del movimento articolare locale e complessivo di tipo osteopatico, in modo da poter evidenziare le successioni meccaniche sfavorevoli ed organizzare l'intervento terapeutico attraverso le manovre strettamente necessarie.

Tests eseguiti in analisi dinamica del movimento permettono di individuare quello che nessun esame 'da fermo' (rx ecc) potrà mai far vedere: l'articolazione che potrebbe provocare il sovraccarico (causa di infiammazione) ed il conseguente dolore, motivo del consulto. Ad esempio una caviglia che ha avuto traumi potrebbe essere non più dolente ma aver generato, nel tempo, sovraccarico al ginocchio ed essere la causa del dolore ad esso riferito.

 

Modelli terapeutici per la fibromialgia

 Nell'immagine i risultati dello studio di efficacia del trattamento, basato sulla riproducibilità dei protocolli ReF® sulla Sindrome Polialgica Idiopatica Diffusa (SPID), fibromialgia.

Il dolore è diverso per ognuno di noi.